Broker Forex: scegli bene il tuo intermediario

Se vuoi diventare un trader di successo, è necessario innanzitutto che tu apprenda le basi teoriche del mercato valutario. Il secondo passo è l’esperienza pratica. Per eseguire correttamente i due passaggi sopracitati, è importante farlo nelle migliori condizioni possibili. E ciò dipenderà esclusivamente dalla scelta del broker forex. Esistono centinaia di intermediari finanziari. Tantissimi, tra questi, oggi offrono anche CFD, per consentirti di diversificare i tuoi investimenti su altre attività. Ma ciò su cui voglio tu ponga attenzione, è che non è facile fare la scelta giusta in questo settore. Soprattutto se si tratta della prima volta. Ecco, dunque, alcuni consigli.

Broker Forex: gli aspetti da valutare

Per semplificare, sono principalmente quattro i criteri seguendo i quali un neo trader può scegliere il miglior intermediario per le proprie esigenze di trading:

  1. Scegliere un broker regolamentato
  2. Scegliere un broker che utilizzi il supporto alla propria lingua
  3. Scegliere un broker con una buona piattaforma di trading
  4. Scegliere un broker “No Dealing Desk”.

La regolamentazione, per gli intermediari forex, è una sorta di certificazione che attesta la qualità dei servizi dell’intermediario stesso. Forse, a fronte di spese minori, è possibile trovare anche società non regolamentate. Tuttavia, in questo caso, nessuno ti potrà garantire che fine faranno i tuoi soldi. E la tua carriera.

Il supporto e l’assistenza va da sé che siano fondamentali per chi, con un broker, non ha mai avuto a che fare in vita sua. L’attività dell’investitore comprende anche un glossario molto specifico. Per questo è importantissimo capire bene ogni singola parola.

La piattaforma di trading rappresenta lo strumento base del lavoro del trader. Un po’ come la tavolozza di colori per un pittore. E’ necessario che si tratti di un software sicuro, veloce, completo. In genere, i broker regolamentati utilizzano i migliori programmi della rete.

Come un guadagna un intermediario finanziario del Forex?

Infine, voglio spiegarti che cosa significa la definizione “No Dealing Desk”. E l’argomento merita un paragrafo a sé.

Vi sono essenzialmente due tipi di intermediari. I Market Maker e i No Dealing Desk. I primi, come si può intuire, “fanno il mercato”. Il che significa che essi prendono posizione contraria al trader, per ogni transazione avviata. Detto ancora più semplicemente, si tratta di società che guadagnano quando il cliente perde.

I No Dealing Desk, al contrario, garantiscono agli investitori l’assenza di qualsiasi tipo di conflitto di interesse. Guadagnando da alcune piccoli commissioni per ogni ordine, o da lievi maggiorazioni sullo spread.

Tutti i migliori e i più affidabili broker forex presenti sul web rientrano ovviamente nella secondo gruppo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *